Fatturazione 28 giorni: Guida e Modulo per farti Rimborsare

In questo articolo ti fornisco un modulo che ti consente di difenderti dall’ingiusta fatturazione a 28 giorni, e di chiedere  il rimborso delle somme già pagate ai gestori.

In fondo troverai il testo del reclamo, da inviare via PEC o raccomandata A/R, con cui avanzare queste richieste.

Questa e’ l’espressione usata dall’autorità AGCOM nelle 4 delibere che sanzionano a dicembre 2017 Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb che è a dir poco confusa.

Eccola:

[L’autorità] diffida la citata società a provvedere – in sede di ripristino del ciclo di fatturazione con cadenza mensile o di multipli del mese – a stornare gli importi corrispondenti al corrispettivo per il numero di giorni che, a partire dal 23 giugno 2017, non sono stati fruiti dagli utenti in termini di erogazione del servizio a causa del disallineamento fra ciclo di fatturazione quadrisettimanale e ciclo di fatturazione mensile.

Gli operatori sono tenuti a rimborsare gli utenti per quanto ingiustamente pagato in più, in conseguenza della fatturazione a 28 giorni anzichè mensile. L’importo deve coprire il periodo di aumenti a partire dal 23 giugno 2017 (cioè la data fissata per il ritorno obbligatorio alla fatturazione mensile dalla delibera n. 121/17/CONS) fino all’ultimo giorno di applicazione della fatturazione a 28 giorni.

Se necessiti di assistenza nella compilazione del modulo di reclamo, o vuoi che lo inviamo noi per te, non esitare a contattarci. Puoi farlo compilando il modulo in fondo a questo articolo oppure recandoti presso la ns sede di Barletta alla Via Giuseppe De Nittis, 24.

 

Testo del Reclamo per il rimborso da fatturazione a 28 giorni

         Spett.le [ Nome compagnia telefonica]

[indirizzo sede legale]

 

Oggetto: Reclamo e richiesta di rimborso di quanto pagato ingiustamente in più in conseguenza della fatturazione a 28 giorni.

 

Io  sottoscritt__ Cognome_____________Nome____________nat__il__________ a______________, C.F. ________________ e residente in______________________alla via_______________, n._____ cap_____________, recapito telefonico_______________, indirizzo e-mail__________________________ e fax_______________ nella mia qualità di titolare della seguente linea telefonica residenziale [inserire qui il numero di utenza telefonica] __________________________________________

CHIEDE E DIFFIDA

codesta spettabile compagnia telefonica di effettuare immediatamente il rimborso di quanto versato in più, in conseguenza della illecitamente fatturazione a 28 giorni, per il periodo a far data dalla prima fattura con cadenza di 28 giorni, fino al _____________.

La fatturazione a 28 giorni, infatti, è stata da Voi introdotta in violazione di legge, e in particolare della Delibera AGCOM 121/17/CONS.

Il pagamento andrà eseguito entro e non oltre 10 gg dal ricevimento della presente comunicazione, tramite assegno da inviarsi all’indirizzo in epigrafe, significandoVi sin da ora espressamente che, in caso contrario, si adiranno le opportune vie legali e giudiziarie, con aggravio di spese a Vostro carico, previo tentativo obbligatorio di conciliazione presso il Corecom competente.

 

_________________lì,_______________

Firma

Si allega documento di identità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *